+ - reset
English (UK)Italian (IT)
News

News

Il genio Marconi

 
mostra
IL GENIO MARCONI
"Grazie Marconi"... l'uomo che diede voce all'aria
 
Palazzo Caprara, via IV Novembre 24, Bologna
dal 17 al 28 febbraio 2018
 
lun-ven: 9.30-12.30 (mattinata riservata alle scolaresche) 16.30-18.30 (ingresso libero - visita guidata ore 17)
sab-dom: 10-12.30 15-19.30 (ingresso libero - visite guidate ore 10.30 e 17)

L’evento promosso dalla Prefettura di Bologna in collaborazione con la Fondazione Guglielmo Marconi, Museo Pelagalli e il Circolo Filatelico Guglielmo Marconi, vuole non solo ricordare ma anche ringraziare il grande Guglielmo Marconi, padre di quelle stesse onde radio scoperte a fine ’800 che hanno consentito l’evoluzione della comunicazione, oggi più che mai utilizzate quale risorsa fondamentale ed imprescindibile.

Il percorso proposto ha inizio dalle onde radio di Guglielmo Marconi per proseguire con la fonografia di Edison, la televisione di Baird, il telefono di Meucci, il cinema dei fratelli Lumiére, il computer di Steve Jobs e Bill Gates, il robot, la domotica, per giungere al drone e completarsi in una sala dedicata alla vicenda storica del grande scienziato nonché al patrimonio scientifico che ci ha lasciato in eredità. Infine un angolo dedicato alla filatelia e al collezionismo conferma la fama e la notorietà di Marconi con francobolli emessi dalle Amministrazioni Postali di tutto il mondo e con altro materiale come azioni delle sue Società, monete e marconigramma. È stata predisposta l’emissione di cartoline dell’evento con annullo filatelico speciale gratuito il giorno 17 febbraio, ore 9.30-12.30.

La mostra ha ottenuto il patrocinio della Città Metropolitana di Bologna, del Comune di Bologna, del Comune di Sasso Marconi e della Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna ed è stata realizzata con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

prefettura.it/bologna

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
il genio marconi

Casello Marconi

Il 18 dicembre è stato inaugurato il nuovo casello di Sasso Marconi nord dall’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Programmazione Territoriale e Agenda Digitale della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, dal Sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, dal sindaco di Casalecchio di Reno, Massimo Bosso, e dal Condirettore Generale nuove Opere di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi.

La genesi dello svincolo e la sua specificità derivano dall’adeguamento a tre corsie dell’autostrada tra Sasso Marconi e La Quercia, dall’apertura della prima tratta della Variante alla SS 64 Porrettana e dalle fasi di definizione del “Nodo Ferro-stradale di Casalecchio di Reno”.

I due caselli, finalizzati esclusivamente al territorio, sono ad altissima automazione e posti rispettivamente in uscita dalla A1 in direzione Napoli e in entrata in A1 in direzione Milano. In pratica da e per Bologna. Sono entrambi dotati di due piste esclusivamente di tipo Telepass, che si collegano alla viabilità esterna tramite due rotatorie di connessione alla viabilità locale e alla Variante alla SS 64.

Chi transiterà da Sasso Marconi nord vedrà un pannello, in una delle rotatorie dello svincolo, che celebra le intuizioni marconiane. La vicinanza dello svincolo ai luoghi dei primi esperimenti di Guglielmo Marconi ha reso naturale ribadire lo stretto legame tra il territorio e l’invenzione della comunicazione senza fili. Transitabile esclusivamente utilizzando una tecnologia wireless come il Telepass, lo svincolo è anche quindi funzionale a promuovere Villa Griffone, il Museo, il parco e le colline marconiane.

Con l’apertura del nuovo casello telematizzato, sarà attivata una promozione per i residenti nel territorio che prevede 6 mesi di esonero dal canone Telepass e 6 mesi di esenzione della tariffa Telepass Premium.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

casello marconi dic 2017

Card Musei

 
Da alcuni mesi il Museo Marconi ha aderito all'iniziativa "Card Musei Metropolitani Bologna".
Il titolare di una Card Musei può quindi entrare gratuitamente al Museo in occasione delle visite guidate.
Restano naturalmente valide - come per qualsiasi altro visitatore - le indicazioni relative agli orari di visita e alle prenotazioni.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
cmmb

Le onde della memoria

 
I Martedì di San Domenico
48° anno 6° incontro
 
7 dicembre 2017, ore 21
(eccezionalmente di giovedì)
 
LE ONDE DELLA MEMORIA
Radio e conflitti
 
Peppino Ortoleva - professore ordinario, Dipartimento di Studi Umanistici, Università di Torino
Sara Zambotti - conduttrice radiofonica, cronista, docente, antropologa, scrittrice e artista
Gabriele Falciasecca - presidente Fondazione Marconi
 
Salone Bolognini, Convento San Domenico
piazza San Domenico 13, Bologna
 
ingresso a offerta libera

 

 

 

 
 
san domenico bolognini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo Marconi il diluvio

 
Venerdì 1 dicembre 2017, ore 17
Casa della Conoscenza, via Porrettana 360, Casalecchio di Reno (BO)
 
Gabriele Falciasecca
DOPO MARCONI IL DILUVIO
Evoluzione nell'infosfera
Edizioni Pendragon 2016

Nell'80° anniversario della morte di Guglielmo Marconi, l'autore presenta il libro in una conferenza organizzata dall'Associazione Amici della Primo Levi - Valle del Reno, in collaborazione con la Biblioteca Cesare Pavese.

Partendo da una riflessione sul concetto di informazione, il volume analizza lo sviluppo delle tecnologie dell'informazione sulla base del loro impatto sulla relazione tra il piano biologico e quello tecnologico. Se in una prima fase le tecnologie hanno cercato di aiutare l'uomo a svolgere meglio le sue attività "naturali", con il tempo le macchine hanno cambiato e permeato delle proprie logiche la gestione delle attività economiche, le relazioni interpersonali e il rapporto con l'ambiente dell'umanità. Falciasecca analizza, con rigore ma senza inutili tecnicismi, questo nuovo contesto che intreccia naturale e artificiale, le sue opportunità e i suoi rischi, e il "diluvio" di tecnologie dell'informazione e della comunicazione che occorre imparare a conoscere per non esserne "sommersi".

La conferenza è a ingresso libero e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale Youtube di Casa della Conoscenza, nel quale resterà successivamente disponibile la videoregistrazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Dopo Marconi il diluvio

Un uomo, due mondi

Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna

5 dicembre 2017, ore 16.30

Sala Ulisse, via Zamboni 31

Forum Laura Bassi 2017

Giovanni Paoloni

Prof. Ordinario Archivistica generale, La Sapienza, Roma
Socio corrispondente

UN UOMO, DUE MONDI: MARCONI FRA ITALIA E INGHILTERRA

Marconi ha guidato due importanti mutamenti di paradigma nelle tecnologie delle telecomunicazioni, una prima volta alla fine dell’Ottocento, e una seconda volta alla fine della prima guerra mondiale. Nato e formatosi in Italia, da padre italiano e madre irlandese, l’inventore bolognese era cresciuto immerso in due culture, e dopo aver realizzato i suoi esperimenti cruciali nella tenuta paterna di Pontecchio aveva lucidamente compreso che lo sviluppo della sua invenzione sarebbe stato più facile e meglio protetto in Inghilterra. Anche alla fine della prima guerra mondiale Marconi si trovò nella situazione di lavorare a cavallo tra i due paesi. Inoltre, sia il governo italiano sia quello inglese – consapevoli della rilevanza strategica del settore – indirizzavano con le loro scelte gli sviluppi industriali e stabilivano specifici rapporti contrattuali con Marconi e le aziende del gruppo che portava il suo nome.

Dopo una comprensibile fase agiografica, gli studi storici su Marconi sono oggi più propensi allo studio storico in senso proprio, ed esplorano i suoi interessi, i suoi affari, i suoi interessi politici ed economici, e la dimensione più propriamente personale della sua biografia. Emerge con chiarezza sempre più nitida come nella vita dell’uomo che ha fatto nascere le telecomunicazioni moderne vi sia stata una tensione e un sempre difficile equilibrio fra le due dimensioni nazionali della sua personalità, anche se egli si sentì sempre chiaramente ed esplicitamente italiano. Negli anni che seguono la prima guerra mondiale, le divergenze di interessi fra i due paesi, i diversi indirizzi politici, e le differenze nelle loro dinamiche di sviluppo industriale e sociale resero quell’equilibrio sempre più difficile. È un tema che necessita di ulteriori approfondite ricerche e riflessioni, tra punti fermi e interpretazioni aperte a una nuova dimensione problematica.

Introduce Raffaella Simili

Presiede Gabriele Falciasecca

 

 

 

 

 

 

 

logo accad scienze bologna

20 luglio 1937

Ottant'anni fa, il 20 luglio 1937, nella sua casa di via Condotti a Roma, moriva Guglielmo Marconi.

La sua scomparsa destò profonda impressione non solo in Italia - dove furono celebrati solenni funerali di Stato - ma in tutto il mondo, tant'è che le stazioni radio dei cinque continenti - in onore di Marconi - interruppero le trasmissioni, riportando per alcuni minuti il silenzio in quell'etere che si era riempito di segnali, di voci e di suoni grazie alla sua invenzione.

Significativo, tra i mille, il comunicato della BBC:

«La radio ha ovunque un incommensurabile debito verso Marconi. Le bandiere della Broadcasting House sventolano oggi a mezz'asta in riconoscimento del fatto che con la morte di lui è scomparso un uomo che non aveva l'eguale nel campo della radio.»

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GMprofilocondate

Accordo FGM - Garda Musei

 
(Marzo 2017) Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, e Gabriele Falciasecca, presidente della Fondazione Marconi, hanno firmato nei Loggiati del Vittoriale l'accordo che sancisce l'ingresso della Fondazione Marconi in Garda Musei.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
garda musei

Titanic a Torino e Chelmsford

 
Tra aprile e giugno, a Chelmsford, nota località "marconiana" del Regno Unito, è possibile visitare la mostra
 
TITANIC HONOUR & GLORY
 
 
 
 
Per gli amanti dello sfortunato transatlantico è inoltre possibile visitare alla Promotrice Belle Arti di Torino - da marzo a luglio - la mostra 
 
TITANIC - THE ARTIFACT EXHIBITION
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
tit chelm 17
 

Diplomazia della Scienza

diplomazia della scienza

 

 

 

 

 



David Sarnoffsarnoff

Marconi was the creator of the present day civilization of the radio. All of those who, with spirit of initiative and perseverance, have brought us to the present stage of development have built on the foundations laid by Marconi. Everyone considered him the tutelary genius of their work.

 



Social Foundation

youtube64

twitter64

facebook64

rss64


© 2013 - Fondazione Guglielmo Marconi - Villa Griffone - via Celestini 1 - 40037 Pontecchio Marconi (BO) - C.F 80063250379

We use cookies to make sure you can have the best experience on our website. Continuing in the navigation, you agree to our cookies policy.