+ - reset
English (UK)Italian (IT)

Da Meucci a Marconi

7, 13, 14 giugno 2009
Borgo Malanotte
Tezze di Piave - Vazzola (Treviso)
in occasione dei tradizionali festeggiamenti "Cose dei tempi antichi"

DA MEUCCI A MARCONI

Il telefono e la radio si mettono in mostra e lo fanno nel loro massimo splendore.
In quest'era in cui abbiamo il previlegio di sentirci vicini anche se distanti migliaia di chilometri e al tempo stesso ci troviamo immersi in una realtà fatta di telefonia cellulare, stazioni radio, studi sulle onde elettromagnetiche, è piacevole volgere - per un attimo - lo sguardo indietro e riscoprire come proprio due geni italiani, Antonio Meucci e Guglielmo Marconi, siano stati i padri della comunicazione moderna.
La loro storia, le loro invenzioni, l'evoluzione delle loro scoperte si sono mostrate così al pubblico e hanno fatto tappa a Borgo Malanotte per questa iniziativa proprio nell'anno in cui ricordiamo il primo centenario dell'assegnazione del Premio Nobel a Guglielmo Marconi e facendo memoria che il nostro domani è profondamente legato al nostro ieri.
Non a caso quindi il telefono e la radio si uniscono per far riscoprire e rivivere essi stessi la loro origine che fa riandare la memoria alla seconda metà del 1800.
Fu proprio allora che Antonio Meucci diede vita al telefono, come fu riconosciuto, anche se dopo 150 anni, dalla Corte Suprema Americana.
Qualche tempo più tardi fu Guglielmo Marconi a far nascere e a tenere a battesimo le comunicazioni senza fili e la radio.
Quello che è stato proposto in occasione di "Cose dei tempi antichi" è così un tuffo nel passato che sprona ad andare avanti, ad assaporare con fiducia, quello che ci riserverà il mondo della comunicazione.

a cura di
Associazione Radiantistica Trevigiana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

malanotte



David Sarnoffsarnoff

Marconi è stato l'artefice dell'odierna civiltà della radio. Tutti coloro che, con spirito di iniziativa e perseveranza, ci hanno portato al grado di sviluppo odierno hanno costruito sulle fondamenta gettate da Marconi. Tutti lo hanno considerato il genio tutelare del loro lavoro.



Social Fondazione

youtube64

twitter64

facebook64

rss64


© 2013 - Fondazione Guglielmo Marconi - Villa Griffone - via Celestini 1 - 40037 Pontecchio Marconi (BO) - C.F 80063250379

Utilizziamo i cookies per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Proseguendo nella navigazione accetti la nostra cookie policy.