+ - reset
English (UK)Italian (IT)

Alan Archibald Campbell-Swinton

William Preece ricevette Guglielmo Marconi al General Post Office di Londra nel 1896. È quello il momento in cui inizia la carriera pubblica dell'inventore bolognese. Perché si desse udienza a un giovane sconosciuto proveniente dall'Italia occorreva la mediazione di una persona di sicura autorevolezza. Tale era indubbiamente Alan Campbell-Swinton che scrisse appunto per Marconi una lettera di presentazione indirizzata a Preece.

Nato a Kimmerghame (Scozia) nel 1863, dopo gli studi a Edimburgo e un anno trascorso in Francia, Campbell-Swinton si trasferì a Newcastle nel 1882 per un apprendistato ingegneristico. Maturati i suoi interessi e affinate le conoscenze in materia di elettricità, decise di stabilirsi a Londra e di avviare una propria Società.

Nel 1896 fu il primo a sperimentare la radiografia per usi medici. Nel 1903 cominciò a progettare un prototipo di televisione, utilizzando un tubo di Braun. L'anno seguente chiuse la Società e si dedicò interamente alle sue ricerche.

Dopo alcuni anni, nel 1908, annunciò su "Nature" che un nuovo sistema di comunicazione - "Distant Electric Vision" - stava per vedere la luce. Nel 1911 fu in grado di descrivere un sistema televisivo a scansione elettronica, specificando che occorrevano alcune ulteriori acquisizioni tecniche per la realizzazione.

Fu ingegnere per la W T. Henley Telegraph Works Company, la Charles Parsons’s Marine Steam Turbine Company, e la Crompton Parkinson, Ltd., di cui divenne direttore. Ricoprì numerose cariche di prestigio nelle più importanti istituzioni scientifiche e culturali del Regno Unito.

Nel frattempo, l'avvento della radiodiffusione aveva incentivato ricerche e trasmissioni sperimentali anche in campo televisivo, grazie soprattutto al sistema elettromeccanico messo a punto nel 1925 da un altro scozzese, John Baird.

Due anni dopo la morte di Campbell-Swinton (Londra, 1930), Tedham e McGee realizzarono un sistema tutto elettronico sulla base delle sue teorie, che quindi trovarono conferma a 21 anni di distanza dalla loro formulazione. Qualche anno più tardi, la BBC decise di adottare ufficialmente il sistema elettronico Marconi-EMI. Guglielmo Marconi, attraverso la sua Company, aveva così saldato idealmente il debito di riconoscenza nei confronti di Campbell-Swinton.

 

 

 

 

   

campbell

nature

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Francesco Paresceparesce francesco

Marconi era l'uomo giusto al posto giusto al momento giusto. Era l'uomo giusto perché possedeva la combinazione ideale di caratteristiche personali per l'impresa: tenacia, coraggio, capacità tecnica, carisma e predisposizione alle relazioni pubbliche.



Social Fondazione

youtube64

twitter64

facebook64

rss64


© 2013 - Fondazione Guglielmo Marconi - Villa Griffone - via Celestini 1 - 40037 Pontecchio Marconi (BO) - C.F 80063250379

Utilizziamo i cookies per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Proseguendo nella navigazione accetti la nostra cookie policy.