+ - reset
English (UK)Italian (IT)

Reginald Aubrey Fessenden

La vigilia di Natale 1906 un trasmettitore a onde continue del canadese Reginald Fessenden diffuse da Brant Rock un articolato programma di voce e musica, sbalordendo i marconisti a bordo delle navi che si trovavano nelle vicinanze nonché i numerosi radioamatori della zona. Sei anni prima - il 23 dicembre 1900 - lo stesso Fessenden aveva trasmesso la voce a 1,6 km. di distanza. Tra queste due date è racchiusa la preistoria della radiodiffusione, dopo di che, con il contributo di molti, si innescò una spettacolare progressione che portò infine alla prima trasmissione "ufficiale" dalle Officine Marconi di Chelmsford, nel 1920.

Fessenden, nato a East Bolton (Québec) nel 1866, si era trasferito a New York nel 1886 e aveva poi trovato impiego nel New Jersey presso Edison. Dopo qualche anno, reclutato - al pari di Tesla - da Westinghouse, si trovò a insegnare ingegneria elettronica alla Western University di Pennsylvania.

Nel 1898 cominciò a fare esperimenti di telefonia senza fili, persuaso di poter migliorare la tecnologia di Marconi. Passato nel 1900 allo U.S. Weather Bureau, nel giro di pochi anni mise a punto un detector elettrolitico ed elaborò il principio dell'eterodina (che però trovò piena applicazione solo più tardi).

Nel 1902, sostenuto da due uomini di affari di Pittsburgh, fondò la Nesco (National Electric Signaling Company) con sede operativa a Brant Rock, Massachusetts. Da lì, oltre alla prima trasmissione sperimentale radiofonica, realizzò anche, sempre nel 1906, la prima trasmissione transatlantica bidirezionale (con la Scozia).

Fondò poi una propria compagnia a Montréal, rimanendo a lungo attivo e combattivo. Depositò infatti, complessivamente, oltre 500 brevetti a suo nome, e fu coinvolto in numerose dispute legali.

È ricordato soprattutto per aver inventato un apparecchio acustico per segnalazioni subacquee, apparecchio che porta il suo nome. Ma è evidente che la sua scarsa fama presso il grande pubblico è sostanzialmente immeritata, poiché diede un grande apporto alla nascita di quella telefonia senza fili che infine prese il nome e la forma del broadcasting.

Fessenden morì a Bermuda (Regno Unito) nel 1932.

 

 

 

   

fessenden

 

brantrock

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Francesco Paresceparesce francesco

Marconi era l'uomo giusto al posto giusto al momento giusto. Era l'uomo giusto perché possedeva la combinazione ideale di caratteristiche personali per l'impresa: tenacia, coraggio, capacità tecnica, carisma e predisposizione alle relazioni pubbliche.



Social Fondazione

youtube64

twitter64

facebook64

rss64


© 2013 - Fondazione Guglielmo Marconi - Villa Griffone - via Celestini 1 - 40037 Pontecchio Marconi (BO) - C.F 80063250379

Utilizziamo i cookies per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Proseguendo nella navigazione accetti la nostra cookie policy.